Immobilismo e movimentismo, le due malattie della politica San Giulianese

Da quando si è insediata l’amministrazione di centro-destra a guida Segala, circa 15 mesi, ecco quello che è successo in breve:

  • Assessori cambiati:2;
  • Segretari comunali cambiati: 4;
  • Responsabili/Dirigenti del servizio di Polizia locale cambiati: 4;
  • Dirigenti dell’Ufficio Tecnico cambiati: 3;
  • Dirigenti/Responsabili del Settore economico-finanziario cambiati:2;
  • Direttori della società partecipata ASF cambiati: 3.

E tutto questo è avvenuto in assenza di qualunque spiegazione da parte di Sindaco e Giunta, in ossequio al principio non scritto ma accettato da tutti: NOI ABBIAMO VINTO LE ELEZIONI, FACCIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO, E NON DOBBIAMO NESSUNA SPIEGAZIONE.

Peccato che a pagare i danni siano sempre e solo i cittadini di San Giuliano Milanese

A questo movimentismo delle poltrone si affianca invece un immobilismo totale sul versante dei problemi della città: il sottopasso Ikea è sempre chiuso, l’ex caserma dei carabinieri va in rovina sempre di più pur senza essere stata mai utilizzata, il rientro degli immobili ex Genia è sempre di là da venire, le strade ed i marciapiedi non stanno tanto bene, di Rocca Brivio nessuno si occupa, di sicurezza neanche a parlarne, i servizi sociali arrancano e anche per le gare egli appalti c’è qualche problema; ciliegina sulla torta Eni ci ha chiesto qualche milione di euro.

Ovviamente se provate  a parlare con i cosiddetti amministratori loro stanno facendo bene e la colpa è sempre di quelli di prima, che invece……
Per tenervi informati  su quello che facciamo per Voi, senza prendere neanche un euro di finanziamenti pubblici, venite in Comune tutti i martedì dalle 10 alle 12 e tutti i giovedì dalle 16 alle 18 (Sala Gruppi, al piano terra) oppure seguiteci su Facebook o Twittr